FAYALITE - Silicati

Acquista on line Fayalite su gemmedalmondo.com

Scheda scientifica FAYALITE

Fe2SiO4

CLASSE MINERALOGICA: silicato
GRUPPO:
trimetrico
SISTEMA:
rombico (gruppo spaziale: Pbnm)
ABITO:
i cristalli hanno un abito da lamellare a tabulare (più o meno tozzo) ma sono rari, più spesso la fayalite si rinviene massiva e granulare (cristalli da euedrali a subedrali incassati in matrice)
DUREZZA:
6,5-7
PESO SPECIFICO:
4,3-4,4
INDICE DI RIFRAZIONE:
na=1.731-1.824 nb=1.76-1.864 ng=1.773-1.875 (birifrangenza 0.0420-0.0510, é elevata, a volte è visibile ad occhio nudo lo sdoppiamento degli spigoli)
COLORE:
verde, verde chiaro, verde giallastro, giallo-verdastro, bruno-verdastro, bruno-giallastro, bruno, nero
LUCENTEZZA:
vitrea (ma anche grassa e resinosa)
TRASPARENZA:
da trasparente a traslucida (raramente opaca)
SFALDATURA:
difficile in due direzioni a 90° tra di loro
STRISCIO:
polvere bianca
FRATTURA:
concoide
GENESI:
si trova nelle rocce ignee ultramafiche (qualora é presente in queste rocce in maniera predominante, tali rocce vengono dette duniti o peridotiti); la fayalite é anche presente in rocce metamorfiche ed in particolari gruppi di meteoriti ferro-nichelifere (anche in cristalli di qualità gemmologica)
PLEOCROISMO:
medio dicroismo con variazione di tonalità da giallo-verdastro a giallo-aranciato
GIACIMENTI:
si può trovare della fayalite in USA (Hawaii, California, Arizona), Australia, Myanmar, Russia, Svezia, Norvegia, Finlandia, Francia, Germania, Austria, Inghilterra. In Italia troviamo fayalite nelle isole Lipari (Sicilia, mmmiiiiiiiiii') e sul Monte Vesuvio (Napoli, oooeee')
CENNI STORICI:
il nome deriva dall'isola di Fayal (isole Azzorre) e fu G. Melin che ebbe l'onore di dichiarare al mondo la scoperta di questo minerale nel 1840, dandogli il nome della località tipo
ALTRE CARATTERISTICHE ED UTILIZZO:
é un nesosilicato facente parte del gruppo delle olivine, in effetti é un elemento termine della serie delle olivine, rappresenta un'olivina in cui il contenuto di Fe rispetto a quello di Mg+Mn è superiore al 90% (é il termine ferrifero della serie); ha un colore più scuro ed una densità maggiore della forsterite (il termine magnesifero; il termine manganesifero é la tephroite); fonde a temperature elevate (le olivine sono i primi minerali a cristallizzare in un magma mafico). La fayalite viene utilizzata come costituente di materiali refrattari ed abrasivi; i cristalli più trasparenti e con colorazioni più intense (var. peridoto) diventano gemme da mettere al collo delle belle signore (anche se raramente la fayalite raggiunge una qualità gemmologicamente interessante e anche se raramente una bella signore preferisce la fayalite ad uno smeraldo); i campioni più interessanti finiscono nelle vetrine dei collezionisti di minerali

COMMENTO: per il riconoscimento é importante la roccia su cui troviamo la fayalite, poi per distinguerla dai suoi fratellini é importante il colore e la densità ; personalmente i cristalli di fayalite che ritengo più affascinanti sono quelli che si rinvengono nei campioni di meteoriti

Photos are copyright free for non-commercial educational uses.
Just credit photos to Wikimedia Commons.
Just credit photos to Webmineral.


VOTO:6

Altri Silicati

ALBITE ANDALUSITE ANTOFILLITE AXINITE
BAZZITE BENITOITE BERILLO CIANITE
CORDIERITE DANBURITE DIOPSIDE DIOPTASIO
EPIDOTO EUCLASIO FAYALITE FENACITE
FORSTERITE GRANATO HAUYNE HEULANDITE
HOWLITE HUMITE LABRADORITE LEPIDOLITE
LEUCITE MUSCOVITE NEFELINA NEPTUNITE
OKENITE OLIVINA OPALE ORTOCLASIO
PREHNITE QUADRUPHITE QUARZO RODONITE
SPESSARTINA SPODUMENE STILBITE TALCO
TITANITE TOPAZIO TORMALINA VESUVIANITE
YUKSPORITE ZIRCONE ZOISITE
ENTRA - REGISTRATI

PROSSIMI EVENTI
Non ci sono eventi in programma per i prossimi mesi

ULTIME NEWS
Minerali.it anche su Facebook
>