ZOISITE - Silicati

Acquista on line Zoisite su gemmedalmondo.com

Scheda scientifica ZOISITE

Ca2Al3OOHSiO4Si2O7

CLASSE MINERALOGICA: silicato
SISTEMA:
rombico
ABITO:
si presenta in cristalli prismatici allungati e mal terminati
DUREZZA:
6-6,5
PESO SPECIFICO:
3,15-3,36
INDICE DI RIFRAZIONE:
1,692-1,701
DISPERSIONE:
0,030
COLORE:
incolore, bianco, grigio, verde e rosa
LUCENTEZZA:
vitrea, madreperlacea
TRASPARENZA:
da trasparente a opaca
SFALDATURA:
perfetta
STRISCIO:
polvere bianca
FRATTURA:
irregolare
GENESI:
la zoisite è comune nelle rocce eruttive, quali i gabbri e le dioriti, dove è presente come prodotto dell'alterazione dei plagioclasi basici, sia nelle anfiboliti e nelle prasiniti, rocce scistose originatesi dai gabbri e dai diabasi in seguito a fenomeni dinamometamorfici legati all'orogenesi.
PLEOCROISMO:
molto forte
GIACIMENTI:
la zoisite (thulite) è molto diffusa in Norvegia, si trova anche in Carolina del Nord, Australia, Italia e Namibia. Splendidi campioni si rinvengono anche in Tanzania (tanzanite e cromozoisite).
CENNI STORICI:
è un silicato di calcio e alluminio che si presenta in tre varietà: thulite, cromozoisite e zoisite blu trasparente. Quest'ultima è stata scoperta nel 1967 presso Arusha, in Tanzania ed è proprio per questo motivo che è stata ribattezzata con il nome di Tanzanite.
DESCRIZIONE:
nella composizione chimica di questo minerale l'alluminio può in piccola parte essere sostituito dal ferro. Si presenta in cristalli prismatici allungati e mal terminati alle estremità, con striature disposte secondo l'allungamento dei cristalli stessi. Frequenti sono anche i granuli irregolari, gli aggregati bacillari e gli individui lamellari. Il colore può essere assente, oppure bianco, grigiastro, verdognolo e anche rosato.
ALTRE CARATTERISTICHE ED UTILIZZO:
la resistenza agli acidi è discreta e al cannello fonde trasformandosi in una massa bollosa: la lucentezza è vitrea molto viva e lo splendore è notevole grazie al buon valore della dispersione.  La durezza non è soddisfacente e gli spigoli risultano piuttosto friabili.

COMMENTO: la maggior parte delle zoisiti presenti sul mercato sono sottoposte a trattamento termico. La colorazione blu-viola è ottenuta scaldando fino a 400° C i cristalli grezzi che assumono una magnifica tinta blu zaffiro tendente a porpora. Il pleocroismo, spettacolare, è azzurro intenso/viola-porpora/verde salvia.  Di fondamentale importanza, ai fini del valore è perciò la scelta della direzione di taglio, in modo che il colore migliore (blu) risulti sulla tavola della gemma.


VOTO:8

Altri Silicati

ALBITE ANDALUSITE ANTOFILLITE AXINITE
BAZZITE BENITOITE BERILLO CIANITE
CORDIERITE DANBURITE DIOPSIDE DIOPTASIO
EPIDOTO EUCLASIO FAYALITE FENACITE
FORSTERITE GRANATO HAUYNE HEULANDITE
HOWLITE HUMITE LABRADORITE LEPIDOLITE
LEUCITE MUSCOVITE NEFELINA NEPTUNITE
OKENITE OLIVINA OPALE ORTOCLASIO
PREHNITE QUADRUPHITE QUARZO RODONITE
SPESSARTINA SPODUMENE STILBITE TALCO
TITANITE TOPAZIO TORMALINA VESUVIANITE
YUKSPORITE ZIRCONE ZOISITE
ENTRA - REGISTRATI

PROSSIMI EVENTI
Non ci sono eventi in programma per i prossimi mesi

ULTIME NEWS
Minerali.it anche su Facebook
>