Minerali - News

17/06/2016
Il sale rosa del Pink Lake

Ribattezzato “Pink Lake”, il lago Hillier si trova nella Middle Island, la più grande delle numerose isole che formano l’arcipelago Recherche, nell’Australia Occidentale.

Visto dall’alto, il colore di questo lago, unico nel suo genere, ricorda quello di alcune famose gomme da masticare, e i passeggeri degli aerei che sorvolano la zona fanno a gara per affacciarsi dai finestrini.

Il Pink Lake è lungo circa 600 metri ed è immerso in un fitto bosco di eucalipti, separato dall’oceano da poche decine di metri di dune di sabbia coperte da vegetazione.

Le cause della particolare colorazione delle acque di questo lago, non sono state ancora scientificamente provate, anche se s’ipotizza l’origine nella presenza di un microorganismo, la Dunaliella salina.

Questo lago, infatti, è di origine salina, e le sue acque sono così sature di sale che non è inusuale trovare delle strutture cristallizzate sulle sue sponde. Quello che viene oggi comunemente chiamato sale, o salgemma, è un minerale composto da cloruro di sodio, è classificato col nome scientifico Halite (dal greco halos = sale), e cristallizza nel sistema cubico.

A seguito di specifiche analisi, il sale di questo lago (fortunatamente) è risultato tossico per l’uso alimentare, e dal 2012 è diventato zona protetta della Riserva Naturale Arcipelago Recherche. Recentemente, il BirdLife lo ha dichiarato

(IBA), in quanto ospita un numero significativo di uccelli nativi e migratori.

Testo a cura di Gennaro Giovatore
Gemmologo IGI-Antwerp

Segnalato da Redazione Minerali.it
ENTRA - REGISTRATI

PROSSIMI EVENTI
Non ci sono eventi in programma per i prossimi mesi

ULTIME NEWS
Minerali.it anche su Facebook